secondorizzonte spazi della scrittura

secondorizzonte spazi della scrittura è un sito “ospitale”, aperto a chi scrive e a chi legge, a chi vorrebbe scrivere e a chi sente il desiderio di dire quello che la lettura ha suscitato in lui. Sia che i testi che si propongono siano racconti e romanzi, poesia, diari, saggi e articoli. Sia che si tratti di pensieri e giudizi, venuti dal leggere e rileggere cose vecchie e nuove, o di considerazioni, spunti, citazioni, suggerimenti di lettura su quello che ci sta a cuore: lo scrivere. Leggi tutto



Castelvecchi ha pubblicato quest’estate il saggio che Benjamin scrisse a Ibiza, nel 1933, e che costituisce un riferimento essenziale nel romanzo di Carlo Simoni, Il miserabile: “Era incredibile – dice la protagonista del romanzo – come la depressione che lo attanagliava non gli impedisse di lavorare. Scrisse in quei giorni Esperienza e povertà. Pagine che restano per me fra le sue più toccanti, e profonde, certamente anche perché un giorno ne volle discutere con me. Il venir meno della capacità di narrare non era che la spia di una crisi più generale e profonda, quella della possibilità di vivere accumulando davvero esperienza.”

Walter Benjamin, Esperienza e povertà, a cura di Massimo palma, Castelvecchi 2018)
Leggi tutto



“Gli altri si vantino per le pagine che hanno scritte; io vado orgoglioso per quelle che ho lette.”
(Jorge Luis Borges)

Storie vere, contro storie false

a cura di Paolo Beccegato e Renato Marinaro, Falsi miti. Storie di migranti oltre i luoghi comuni e le fake news (EDB 2018)

Il Cognetti himalayano, dopo quello alpino

Paolo Cognetti, Senza mai arrivare in cima. Viaggio in Himalaya (Einaudi 2018)

Il senso complicato del mondo

Oreste Aime, I camaleonti. Nuovi luoghi del potere (Marietti 1820 2018)

Una storia misteriosa e ambigua, come la vita

Marlen Haushofer, La parete (e/o 2018)

Montaigne com’era

Luca Romano, Il segretario di Montaigne (Neri pozza 2018)

Fratello Bartleby

Daniel Pennac, Mio fratello (Feltrinelli 2018)

clicca qui per andare agli altri appunti di lettura


“Scrivere un romanzo da solo in una stanza con i propri pensieri forse è la…
“Vorrei che tutto apparisse meno romanzesco possibile, perché non se ne può più di queste…
“Il progetto di scrivere la mia storia ha preso forma quasi contemporaneamente al progetto di…