secondorizzonte spazi della scrittura

secondorizzonte spazi della scrittura è un sito “ospitale”, aperto a chi scrive e a chi legge, a chi vorrebbe scrivere e a chi sente il desiderio di dire quello che la lettura ha suscitato in lui. Sia che i testi che si propongono siano racconti e romanzi, poesia, diari, saggi e articoli. Sia che si tratti di pensieri e giudizi, venuti dal leggere e rileggere cose vecchie e nuove, o di considerazioni, spunti, citazioni, suggerimenti di lettura su quello che ci sta a cuore: lo scrivere. Leggi tutto



Castelvecchi ha pubblicato quest’estate il saggio che Benjamin scrisse a Ibiza, nel 1933, e che costituisce un riferimento essenziale nel romanzo di Carlo Simoni, Il miserabile: “Era incredibile – dice la protagonista del romanzo – come la depressione che lo attanagliava non gli impedisse di lavorare. Scrisse in quei giorni Esperienza e povertà. Pagine che restano per me fra le sue più toccanti, e profonde, certamente anche perché un giorno ne volle discutere con me. Il venir meno della capacità di narrare non era che la spia di una crisi più generale e profonda, quella della possibilità di vivere accumulando davvero esperienza.”

Walter Benjamin, Esperienza e povertà, a cura di Massimo palma, Castelvecchi 2018)
Leggi tutto


“Gli altri si vantino per le pagine che hanno scritte; io vado orgoglioso per quelle che ho lette.”
(Jorge Luis Borges)

Amiamo le nostre ossessioni

Nadia Terranova, Addio Fantasmi (Einaudi 2018)

La lezione attuale e opportuna di un grande scrittore

Giuseppe Pontiggia, Le parole necessarie. Tecniche di scrittura e utopia della lettura (Marietti 1820 2018)

La scrittura e la vita

Annie Ernaux, La vergogna (L’orma 2018)

Scrivere di sé: le ragioni, le pratiche, i guadagni

Ludovica Danieli, Donatella Messina, A scuola di autobiografia. Gràphein (Mimesis 2018)

L’avventura di due sposi

Maurizio Maggiani, L’amore (Feltrinelli 2018)

Ti guardo, e lagrimo, / Venezia mia!

Francesco Erbani, Non è triste Venezia. Pietre, acque, persone. Reportage narrativo da una città che deve ricominciare (Manni 2018)

clicca qui per andare agli altri appunti di lettura


“La solitudine è una condizione indispensabile per colui che scrive. La solitudine può non essere…
“Chi sa scrivere a mano sarà sempre in vantaggio su chi sa premere dei tasti,…
“Ogni autore ha un insieme limitato di temi archetipici, a volte uno soltanto. Più che…