“Per un vero romanziere la Storia non è altro che un “laboratorio antropologico”…”

31/03/2019 | Scritto da Carlo Simoni

“Per un vero romanziere la Storia non è altro che un “laboratorio antropologico” per mettere alla prova i suoi personaggi. La Storia, infatti, è la quintessenza dell’astrazione: è popolata da uomini e donne senza volto. Il romanzo corregge la Storia: offre a ogni individuo un volto.”

(Massimo Rizzante)

È possibile seguire tutte le risposte a questo articolo tramite RSS 2.0 I commenti in questo articolo sono chiusi, ma puoi trackback.